Di tutto un pò

Vai ai contenuti

Menu principale:

Lettera aperta ai nostri politici

Pubblicato da Benetti Dino in critica • 06/02/2012 14.34.39

Alcuni giorni fà, il Capo dello Stato, on. Giorgio Napolitano, in un suo discorso ha fatto notare come non sia giusto che la gente italiana si stia allontanando dai partiti.
Nonostante la mia notevole ammirazione  nei Suoi confronti, mi permetto di dissentire.
Non mi interesso più di politica da quando, ancor giovane e militante in un partito, mi sono reso conto che la politica perseguita non era quella che portava al benessere della gente, seguendo una certa ottica politca, ma bensi quella preminente di far emergere la propria linea politica e gli interessi del partito.
Ho provato allora a cambiare più di una volta partito, ma mi sono accorto che era  la solita musica, oltre a sentirmi appellare che ero 'uno che cambia bandiera'.
Ora, signor Presidente, come si può dare retta ad un partito che vota o non vota una legge solo perchè è stata presentata da un'altro ?
Come si può credere a chi, eletto perchè diceva certe cose poi, per ragione  di partito, non le persegue più ?
Come si può fidarsi di chi, eletto per combattere la corruzione e il malcostume, poi ti accorgi che per lui è stato solo un modo per sistemarsi o arrichirsi o farsi i propri interessi ?
Perchè la politica di partito è diventata più importante del buon governo ?
Perchè la Legge, l'etica, la morale, il buon costume non deve valere anche per quelli che abbiamo eletto e che paghiamo  anche troppo profumatamente per quello che dovrebbero fare e invece non fanno ?
Perchè una legge che farebbe bene alla gente non viene votata perchè presentata dal partito A anzichè dal partito B ?
No, signor Presidente, mi permetta di dissentire.
Prima dobbiamo cambiare il modo di fare politica.. prima dobbiamo cambiare i partiti..
prima dobbiamo cambiare gli uomini di questi partiti..Tutti.



Bookmark and Share

Torna ai contenuti | Torna al menu